Cataratta - Medvision

Vai ai contenuti

Menu principale:

CHIRURGIA
Cataratta


Per cataratta si intende un’opacizzazione di quella lente posta dietro l’iride chiamata cristallino.

Può colpire a qualsiasi età, anche i neonati, ma la sua incidenza cresce col crescere dell’età.
Solo casi particolari, essa non costituisce un’urgenza in quanto il calo visivo che essa determina è reversibile con l’intervento chirurgico che è l’unica terapia possibile della cataratta.

Un tempo si diceva che la cataratta doveva essere “matura” ovvero avanzata perchè il cristallino veniva asportato per intero attraverso una larga ferita che poi veniva suturata, oggi la chirurgia della cataratta consiste nell’emulsificare il cristallino e sostituirlo con una nuova lente di materiale acrilico.
Come si è detto il cristallino è una lente e più precisamente una lente convergente del potere di 20 diottrie. La sostituzione di questa lente prevede la possibilità di introdurre lenti di potere diverso che potranno così annullare il difetto refrattivo preesistente.
La tecnologia attuale ci mette a disposizione cristallini artificiali in grado di annullare difetti quali miopia, ipermetropia, astigmatismo e persino la presbiopia, consentendo al paziente di tornare a vedere senza occhiali sia da lontano che da vicino. La durata di queste lenti intra oculari è maggiore della vita di un uomo per cui vengono usate anche nella cataratta congenita.

Medvision per la chirurgia della cataratta si avvale di due tecniche: quella ultrasonica in oscillazione a 25.000 Hz detta Ozil, e quella col laser a femto-secondi (vedi filmati). Entrambe le tecniche vengono eseguite in anestesia topica ovvero usando solamente un collirio anestetico sufficiente ad eliminare totalmente il dolore.

Al termine dell’intervento, che mediamente dura 5 minuti, il paziente può andare a casa senza alcuna fasciatura e riprendere le sue attività col solo impegno di eseguire una terapia fatta di colliri.

Torna ai contenuti | Torna al menu