Mission - Medvision

Vai ai contenuti

Menu principale:

CHI SIAMO
è un centro altamente e tecnologicamente specializzato su tutta la diagnostica e la terapia medica e chirurgica interessante l’oculistica.

Tale consapevole affermazione è suffragata da una completezza di avanzati strumenti diagnostici e chirurgici che contempla, oltre ai comuni esami della vista e per campo visivo, le mappe corneali (CSO – ORBSCAN – PENTACAM) , il conteggio delle cellule dell’endotelio corneale (conta – endoteliale NIDEK) ,i biometri ottici e ad ultrasuoni, il laser OCT (scanning laser ophtalmoscope), il fluorangiografo, il test computerizzato della visione cromatica, tutti i test elettrofisiologici (ERG – PEV – OPS – EOG).

Particolare attenzione è rivolta ai disturbi della motilità oculare (strabismi) ed al recupero dell’ambliopia (volgarmente detto occhio pigro) avendo a disposizione test di hess-lancaster, sinottoforo, stimolatore DECO, stimolatore biofeedback.
Dal punto di vista chirurgico si effettuano interventi sugli annessi oculari (palpebre) sia a scopo ricostruttivo per tutte le patologie riguardanti le palpebre, sia a scopo estetico potendo usufruire di emettitore di radiofrequenza e di laser ad anidride carbonica.
La chirurgia refrattiva viene eseguita al fine di correggere tutti i difetti di refrazione (miopia, ipermetropia, astigmatismo) compresa la presbiopia potendo usufruire di femto-laser (la tecnica femto-lasik è attualmente ritenuta la migliore ad oggi), di laser ad eccimeri, o se necessario, vengono adottate le tecniche di “lentine fachiche” ovvero micro lenti inserite all’interno dell’occhio senza rimuovere il cristallino. Tale tecnica consente di eliminare totalmente anche i difetti di entità elevata. È un intervento ambulatoriale che si esegue in anestesia topica ovvero utilizzando solo un collirio anestetico, dura meno di 5 minuti, e consente un recupero pressochè immediato dell’acutezza visiva.
La chirurgia della cataratta viene normalmente eseguita sia col “tradizionale” sistema ad ultrasuoni (tecnica OZIL), sia col laser a femto-secondi. La tecnica chirurgica della cataratta con laser a femto-secondi è la nuova frontiera della chirurgia della cataratta. Grazie alla precisione micro-metrica possibile solo con la tecnologia computerizzata che gestisce il laser a femto-secondi, la chirurgia ha raggiunto livelli di programmazione – esecuzione impensabili fino a pochi anni fa. In ogni caso si usa la sola anestesia topica, ovvero  la sola instillazione di collirio anestetico senza usare nessun ago. La scelta del cristallino artificiale mediante appositi computer permette non solo di eliminare la cataratta ma anche eventuali difetti di refrazione compresa la presbiopia.
In altre parole grazie ad un intervento della durata di 5 minuti il paziente può tornare a vedere bene sia lontano che vicino.
Il non uso di iniezioni di anestetico permette ai pazienti di andare a casa senza bende e riprendere le loro attività.

Per quanto concerne il glaucoma e le problematiche retiniche sono a disposizione i laser YAG-SLT e ARGON.
Quando la terapia medica e i laser non sono sufficienti si procede alla terapia chirurgica con l’introduzione di valvole per il glaucoma.
Tali valvole, inserite con un intervento ambulatoriale in anestesia locale, consentono il deflusso dell’umore acqueo in eccesso dall’interno del bulbo allo spazio compreso tra la congiuntiva e la sclera da dove poi defluisce in maniera fisiologica.

Le varie problematiche vitreali e retiniche vengono affrontate con la tecnica della vitrectomia grazie alla disponibilità di vitrectomo computerizzato a micro-incisione.

Anche tale chirurgia viene eseguita ambulatorialmente in anestesia locale e grazie alla tecnologia micro-incisionale non vengono più apposti punti di sutura.

Particolare attenzione viene posta al monitoraggio delle degenarazioni maculari nonché alla loro terapia mediante iniezioni intra – vitreali delle varie sostanze attualmente a disposizione ed ove si rende necessario, si procede alla terapia chirurgica.
Torna ai contenuti | Torna al menu